Open/Close Menu
Wedding Planner a Padova, Venezia, Treviso e ovunque

Addobbi floreali per il tuo matrimonio: ovvero, come farti conquistare dalla magia dei fiori

L’anno scorso più o meno in questo periodo ero impegnata, tra le molte cose, a scegliere con Elena e Christian il floral designer adatto a loro. Era una decisione cruciale per il loro matrimonio, perché stavamo organizzando delle nozze a tema floreale.

I fiori erano elemento essenziale della riuscita dello stile del loro matrimonio: quello che vedi in queste foto è apparentemente molto semplice ed elegante, in realtà molto studiato e ricercato. Ogni dettaglio era floreale, dal cuscino portafedi alla bomboniera (a tal proposito, si trattava di un profumatore d’ambiente firmato Dr. Vranjes). Pensa che per loro abbiamo studiato centrotavola tutti diversi, ognuno con un tipo di fiori (e tutti in bianco!).

Con l’esempio di Elena & Christian (se vuoi scoprire di più li trovi nel mio portfolio) quello che voglio dirti è questo: ci sono in ogni matrimonio dei fornitori più importanti di altri, che mettono l’accento sullo stile dell’evento, ne danno la forma e lo caratterizzano. Capita spesso che questo ruolo sia dato ai fiori, che sono una vera e propria magia: cambiano forma a quello che toccano, donando luce e personalità.

Ho cercato di pensare a 3 punti fondamentali che potessero aiutarti e guidarti nella scelta dei fiori del tuo matrimonio. Che ne dici?

ADDOBBI FLOREALI PER IL MATRIMONIO: CENTROTAVOLA ALTI

C’è chi li ama e chi li odia, chi li vuole a tutti i costi e chi non li può vedere: i centritavola alti sono così, amore od odio. La verità è che se li vuoi devi scegliere una location che sia adatta ad accoglierli in caso di piano A e magari anche di piano B: spazi aperti e soffitti alti sono indicati per questi tipi di centrotavola, che devono avere uno stelo finissimo per poi innalzarsi e aprirsi oltre l’altezza media delle persone, per favorire comunque la conversazione. Sconsigliati in sale dai soffitti più bassi, perché non danno allo sguardo lo spazio necessario per respirare.

Il mio consiglio: chiedi al floral designer di vedere foto di suoi centrotavola alti e bassi. Oltre alla composizione floreale, cerca di capire se sono adatti al contesto. Se stai valutando centrotavola alti, guardali e chiediti onestamente dopo qualche bicchiere di vino quanti potrebbero trovare posto sul pavimento anziché sul tavolo perché ritenuti fastidiosi dai commensali.

BACKDROP E ARCHI FLOREALI

Il vero trend di questi anni: le strutture floreali fanno innamorare le spose più cool. Indispensabile in caso di cerimonia all’aperto per dare prospettiva allo sguardo, da valutare in altri casi. I backdrop floreali sono sempre più usati anche come scenografia per il photobooth, valutali se è un servizio su cui punti molto per il tuo matrimonio (dato il costo non irrisorio). Bellissimi anche i backdrop floreali di carta, ma non pensare di sceglierli per risparmiare (non è così).

Il mio consiglio: se sogni di sposarti circondata da un arco floreale, ottimizza le altre spese per avere un arco bello, rigoglioso, indimenticabile. Io dico no agli archi con nastri e nastrini messi ad hoc per coprire un budget insufficiente: vengono sempre ricordati per motivi poco lusinghieri.

ADDOBBI FLOREALI PER IL MATRIMONIO: COSA SI VEDE (E COSA NO)

Ti svelo un segreto: gli sposi non ricordano quasi mai le decorazioni floreali che hanno contribuito a rendere speciale la loro cerimonia. Presi dall’emozione e dalla gioia, spesso gli addobbi floreali non vengono notati, se non quando riguarderanno le foto del loro giorno.

Gli invitati, invece, hanno tutto il tempo di ammirare le decorazioni floreali, specialmente nel luogo della cerimonia, che va studiato con cura. Devi immaginare però le persone presenti nello spazio per capire l’effettiva disposizione degli allestimenti: gli scalini che precedono l’altare, ad esempio,  li vedranno solo le persone della prima fila. Vale la pena fare un investimento per quest’area? E nella tua location della cerimonia, quali sono i punti strategici da sottolineare?

Il mio consiglio: fai parlare l’architettura, quello che è già esistente, non forzare la mano in direzioni opposte. E chiedi consiglio a un floral designer che magari ha già esperienza in situazioni analoghe.

E tu, a che punto sei dello studio del progetto floreale per il tuo matrimonio?

Se vuoi, per te in regalo c’è la guida “10 consigli da Wedding Planner per sposarti senza pensieri”.

Compila il form per riceverla nella tua posta!

 

Cliccando su "Si, la voglio!" accetti di ricevere la mia newsletter e il trattamento dei dati personali. Puoi cambiare idea quando vuoi: il link per disiscriverti sarà all'interno di ogni newsletter.

Iscrivendoti accetti il trattamento dei tuoi dati personali secondo quanto riportato nell’informativa sulla privacy

The following two tabs change content below.
Avatar
Mi chiamo Elisabetta e sono un'organizzatrice di matrimoni su misura: affianco gli sposi nella costruzione del percorso che li porterà al giorno delle nozze, con originalità e affidabilità. Sono curiosa e sorridente, ho sempre con me un quaderno e tante idee.
© 2020 Un giorno su misura - P.IVA 04859620280 - Credits: Web Design di Studio Madesign e fotografie di Officine BiancospinoPrivacy PolicyCookie Policy