Open/Close Menu
Wedding Planner a Padova, Venezia, Treviso e ovunque

La semplicità è sopravvalutata

matrimonio mise en place tavola

“Vorrei qualcosa di semplice…” se dovessi avere un 1 cent per ogni volta che ho sentito dire questa frase sarei già ricca. È una delle frasi più usate e abusate dai futuri sposi, ma è una frase che davvero è povera di significato e che spesso chi lavora nel mondo dei matrimoni non apprezza.

Potrei farvi vedere interi portfoli di matrimoni nati con l’idea di “qualcosa di semplice…” e voi, guardandoli, mi chiederete: ma cosa c’è di semplice lì? Assolutamente niente, sono d’accordo con voi.

Quindi ora ditemi: cosa volete dire quando dite “qualcosa di semplice”? Oggi voglio aiutarvi e trovare sinonimi o locuzioni per spiegare meglio il vostro progetto e abolire per sempre la semplicità dal vostro vocabolario.

Vorrei un matrimonio sobrio e discreto, anche economicamente

Spesso il termine “semplice” è utilizzato per dire “non abbiamo molto budget da investire in questa voce”, ma non volete essere così diretti nella comunicazione. Ecco, in questo caso potete gestire la situazione facilmente in due step: capire più o meno lo stile del fornitore che avete davanti, vedere se ha dei prezzi indicativi pubblicati nel suo sito e farvi un’idea di cosa potervi aspettare (e non andare da fornitori completamente fuori target). Poi, mettere subito in chiaro che volete un matrimonio curato ma dovete ottimizzare il budget, quindi chiedete al vostro interlocutore di presentarvi le sue migliori offerte con buon rapporto qualità/prezzo, in linea con il vostro mood.

Vorrei un matrimonio elegante e raffinato, senza esagerare

Sognate di organizzare un matrimonio elegante, di classe e ricco di personalità, ma non volete esagerare: volete realizzare degli allestimenti e fare delle scelte che siano coerenti con chi siete e con la vostra storia. Siete lontani da un mood pacchiano ma anche di pensare di sprecare denaro, vi piace la bellezza ma siete attente anche a investire con attenzione i vostri soldi: è sacrosanto, anzi direi che è un atteggiamento sensato in questo periodo, per questo vi dico: condividete ispirazioni che siano coerenti con questa visione e scegliete con cura gli aggettivi e le parole per rendere quel mood che avete in testa il più vicino possibile alla realtà.

Vorrei avere un matrimonio dallo stile naturale e spontaneo, poco impostato

Ora, capirete bene immagino che villa veneta affrescata non fa rima con “cena tra i filari di ulivi, tavoli di legno nudi, abito lungo e scivolato e ballare a piedi scalzi”. Quindi, se la vostra idea di matrimonio assomiglia più a questa descrizione, non fatene mistero, anzi. Se avete le idee chiare metterete tutti nella condizione di farvi vedere più facilmente proposte in linea con il vostro sentire: quello che vi piace, quello che assolutamente non vi rappresenta, quello che non può mancare. Dite tutto e condividete senza paura, per essere guidati al meglio.

Vi lascio con questa riflessione e con un ricco archivio di post del blog,per 2 settimane il blog e i video si prendono una pausa: io sarò in ferie dal 20 al 28 aprile,dal 29 aprile torno su Instagram e dall’8 maggio qui sul blog.

Se siete iscritte alla Posta su Misura, domani arriva una newsletter piena di consigli utili per le
spose 2020, se non siete ancora iscritte potete rimediare compilando il form che vedete qui sotto!

The following two tabs change content below.
Avatar
Mi chiamo Elisabetta e sono un'organizzatrice di matrimoni su misura: affianco gli sposi nella costruzione del percorso che li porterà al giorno delle nozze, con originalità e affidabilità. Sono curiosa e sorridente, ho sempre con me un quaderno e tante idee.
© 2018 Un giorno su misura - P.IVA 04859620280 - Credits: Web Design di Studio Madesign e fotografie di Officine BiancospinoPrivacy PolicyCookie Policy