Open/Close Menu
Wedding Planner a Padova, Venezia, Treviso e ovunque

Piano B e come viverlo al meglio

Cosa fare quando piove? Ah, il famoso piano B riserva sempre sorprese, grandi preoccupazioni e ansie.

È comprensibile, anche se oggettivamente é una cosa contro cui non potete nulla. Ma esistono dei modi per arrivarci più preparati possibili, per non farlo diventare un dramma. Li vediamo insieme?

Parlarne e affrontarlo

Evitare il piano B ed evitare di parlarne non eviterà la pioggia o il rischio che piova. Perché, sappiatelo, a noi basta il rischio per usare un approccio conservativo.

I sopralluoghi servono anche per questo, mettere in relazione i partner tra loro e parlare apertamente e senza limiti del piano B e della sua gestione. Se con un anno di anticipo non avessimo dato la caparra per la tensostruttura di Luca e Greta, come pensate sarebbe andato il loro matrimonio?

Avere il giusto mindset

Ho avuto sposi che prima di percorrere la navata mi hanno chiesto di allestire fuori. Ho rischiato solo quando sentivo di poterlo fare davvero, ho tenuto fornitori in sospeso il più possibile, adattato al volo piani A B C D, ma se c’é una cosa che nessuno ha mai visto succedere ai miei matrimoni é vedere camerieri impazziti e tovaglie bagnate e piatti che sbattono nella fretta di sgomberare tutto. Per me é fuori questione, e se avete scelto un fornitore che sull’argomento ha un approccio diverso per me deve cambiare punto di vista. Fine.

Ho allestito cerimonie sotto la barchessa anche se poi non ha piovuto, e tornassi indietro lo rifarei, perché nessuno si lamenta se resta al coperto in una giornata incerta, ma provate a chiedere alle signore se amano avere i tacchi che affondano nel fango.

Sapere in anticipo cosa e come cambieranno i vostri programmi

Se nel caso di piano A avrete un tavolo imperiale e nel caso di piano B i tavoli tondi, questo é un cambiamento bello grosso. Un cambiamento che non può essere fatto al volo, né il giorno stesso: cambia la forma dei tavoli, la disposizione delle persone e dunque il tableau, il tipo di centrotavola (e il costo). Non certo cose che potete decidere quel giorno, quindi in anticipo si sviluppano entrambe le ipotesi e si valutano i costi, e i giorni prima si decide. Anche in questo caso l’approccio conservativo vi salverà.

Voi avete un ottimo piano B? Siete pronte a metterlo in pratica in caso di necessità?

 

The following two tabs change content below.
Avatar
Mi chiamo Elisabetta e sono un'organizzatrice di matrimoni su misura: affianco gli sposi nella costruzione del percorso che li porterà al giorno delle nozze, con originalità e affidabilità. Sono curiosa e sorridente, ho sempre con me un quaderno e tante idee.
© 2018 Un giorno su misura - P.IVA 04859620280 - Credits: Web Design di Studio Madesign e fotografie di Officine BiancospinoPrivacy PolicyCookie Policy