Open/Close Menu
Wedding Planner a Padova, Venezia, Treviso e ovunque

Spostare la data a 2 mesi dalle nozze? Si può fare, se sai come farlo

matrimonio hotel cipriani venezia

Il matrimonio di Laura e Andrea doveva essere celebrato sabato 25 maggio, ma dall’inizio sapevamo che la data poteva essere cambiata. Laura su questo è stata molto chiara (e ha chiesto a tutti di fare altrettanto): ha passato gli ultimi 4 anni della sua vita a studiare per l’esame da magistrato, in attesa che uscisse il concorso. Dopo aver deciso di sposarsi con Andrea, pare che qualcosa ai piani alti abbia fatto decidere che il 2019 fosse l’anno giusto per questo benedetto concorso.

Quindi, la prima volta che li ho conosciuti, Laura e Andrea sono stati chiarissimi: nativi di Chioggia ma residenti a Milano, Andrea che lavora in banca (lato finanziario), quella sarebbe stata una delle poche volte che lo avrei visto prima del matrimonio. Se avessimo lavorato insieme, invece, avrei potuto contare sempre sulla puntualità e la disponibilità di Laura, salvo l’incedere del famoso concorso. Per questo abbiamo messo sul piatto diverse opzioni: prima un matrimonio invernale in terraferma, poi un matrimonio primaverile a Venezia. Dicendo però a tutti i fornitori da subito la verità: il 25 maggio è una data che ci piacerebbe, che confermiamo, ma che potremmo dover cambiare.

Non era una scelta che poteva andare bene a tutti, era evidente: io ho accettato il rischio perché a pelle Laura e Andrea mi sono piaciuti e perché mi piacciono le sfide. Come ci siamo organizzati, dunque? Abbiamo studiato e confermato chiesa, location, fotografi e fiorista con queste premesse, abbiamo chiesto diversi preventivi di luci e dj, abbiamo iniziato a lavorare sulla stationary lasciando in sospeso solo la data. Avremmo saputo il nostro destino il 31 marzo, e da lì avremmo capito il da farsi: la location ci aveva già detto che non c’erano più sabati disponibili, il 31 agosto era fissata la partenza per il viaggio di nozze, quindi in base a quando sarebbe stato l’esame avremmo mosso le conseguenti pendine per un matrimonio di venerdì. E così è stato: il 31 marzo, infatti, abbiamo saputo che l’esame sarebbe stato dal 4 giugno all’8 giugno, una settimana dopo il matrimonio. Impensabile.

Da lì la macchina organizzativa si è messa all’opera, abbiamo subito confermato a tutti il cambio data al 5 luglio, dato direttive affinché Laura fosse libera da pensieri legati al matrimonio dal 20 di maggio circa fino alla fine dell’esame, per poi chiudere le ultimissime cose in quel mese scarso prima del matrimonio.

È andata benissimo, la squadra ha funzionato bene e l’organizzazione mi dicono sia stata ottima. È stata dura, ma ce l’abbiamo fatta. Era da un po’ che non avevo questi brividi e l’adrenalina per un matrimonio così, ma ne è valsa assolutamente la pena. La bellezza di quel giorno mi ha ampiamente ripagato di tutto, e se sai di farlo con una coppia che lo merita è bello anche correre qualche rischio.

 

The following two tabs change content below.
Avatar
Mi chiamo Elisabetta e sono un'organizzatrice di matrimoni su misura: affianco gli sposi nella costruzione del percorso che li porterà al giorno delle nozze, con originalità e affidabilità. Sono curiosa e sorridente, ho sempre con me un quaderno e tante idee.
© 2018 Un giorno su misura - P.IVA 04859620280 - Credits: Web Design di Studio Madesign e fotografie di Officine BiancospinoPrivacy PolicyCookie Policy