Open/Close Menu
Wedding Planner a Padova, Venezia, Treviso e ovunque

Ha ancora senso diventare wedding planner nel 2021?

In un momento così, è una domanda più che lecita. Ed è una domanda a cui voglio provare a dare una risposta.

Lo faccio, consapevolmente, in un periodo in cui per tirare a campare alcune colleghe inventano corsi e giocano al ribasso, ad esempio con webinar intensivi di 4 ore per insegnare una professione, o chi garantisce certificazioni (come se essere certificati in questo lavoro serva a qualcosa). Penso che ognuno abbia il proprio pubblico e faccia consapevolmente le proprie scelte, ma capisco che in un panorama così variegato tu possa essere ancora più in crisi.

Per togliere qualsiasi dubbio dal campo, la nuova edizione della Elisabetta Bilei School tornerà in autunno e proprio grazie ai feedback delle partecipanti sto pensando a come renderla ancora più utile e interessante, sia come corso per Wedding planner in erba che per aspiranti wedding planner. Ma oggi non sono qui a parlarti di questo.

Sono qui per parlare di te e della tua ambizione. Perché anche se tutti ti dicono che non è il momento, che è meglio tenere i sogni chiusi nel cassetto e strette le poche certezze che abbiamo, io so che il tuo sogno lo senti che scalpita, che sta nascosto ma ogni tanto -quando dai spazio alla tua immaginazione- lui cerca di affacciarsi.

E allora dico: senza fretta e gestendo la paura, intanto parliamone. Ho pensato a 3 cose che vorrei dirti, se fossimo in un bar insieme e stessimo aspettando il tè in infusione.

Non si diventa wedding planner dalla sera alla mattina. Non esiste un corso di 4 ore (ma nemmeno di 4 mesi) che ti fa all’improvviso diventare wedding planner. È un viaggio, prima di tutto di consapevolezza, e poi di competenze che si acquisiscono strada facendo. Alle ragazze della mia School faccio vedere da dove sono partita, i miei primi lavori che non mi rappresentano per niente, ma perché tutti hanno un esordio, tante cose da imparare, ma è l’entusiasmo che devi coltivare all’inizio il motore che ti manda avanti e ti fa fare cose che non avrei mai nemmeno pensato di poter fare. E poi farne altre, e altre ancora.

Ascolta il tuo sogno, almeno per capire quello che ha da dirti. Io non ho sempre sognato di fare la wedding planner. Quando studiavo ragioneria volevo fare l’inviata di guerra, poi la scrittrice, poi lavorare in agenzia di comunicazione, poi la responsabile marketing. A parte l’inviata di guerra ho sperimentato tutto: mi sono creata le condizioni, ma prima ancora, ad ogni sogno ho dato modo di capire cosa avesse da dirmi. Magari vuoi diventare wedding planner e lo farai davvero, oppure il tuo sogno in realtà è solo una porta per quello successivo. Ma se non lo ascolti, come farai a saperlo?

Non esistono le condizioni perfette per farlo. Quando io ho iniziato a chiedermi se volevo fare questo nella vita, facevo altro. Avevo un lavoro a tempo indeterminato, in un posto tossico. Piangevo la mattina quando andavo al lavoro e la sera quando tornavo a casa. Ci ho messo tanti mesi ad andare via da lì, costruendo la mia exit strategy, lavorando di notte o nel weekend, e comunque senza mai avere la certezza che sarebbe andata bene. Quindi ti dico: è vero, ora c’è il COVID, ma non esiste il momento perfetto per prendere una decisione del genere. Questo non vuol dire che tu non possa, sottotraccia, coltivare il tuo sogno. Se io non l’avessi fatto, non sarei qui a scriverti.
Non è uno switch immediato, ma quando fai il primo passo e prendi coraggio scopri che è un percorso, e spesso si tratta solo di iniziare. E poi non esiste nessuno che non abbia paura. La paura si affronta abbracciandola.

E io, anche se a distanza, oggi, abbraccio te. Prendi coraggio, abbraccia il tuo sogno e continua ad averne cura, anche solo un pizzico ogni giorno.

The following two tabs change content below.
Avatar
Mi chiamo Elisabetta e sono un'organizzatrice di matrimoni su misura: affianco gli sposi nella costruzione del percorso che li porterà al giorno delle nozze, con originalità e affidabilità. Sono curiosa e sorridente, ho sempre con me un quaderno e tante idee.
© 2020 Un giorno su misura - P.IVA 04859620280 - Credits: Web Design di Studio Madesign e fotografie di Officine BiancospinoPrivacy PolicyCookie Policy