Open/Close Menu
Wedding Planner a Padova, Venezia, Treviso e ovunque

Perché voglio diventare wedding plannner: testa la tua motivazione

Ci sono dei momenti in cui la motivazione è al massimo, la strada è limpida e ben delineata di fronte. E altri, inevitabili, in cui ti sembra di mettere tutto in discussione. Il Covid19 da questo punto di vista è una delle più grandi e spaventose sfide mai viste prima.

In più, se il 2021 rischia di vedere realizzarsi i sogni di tutti gli sposi del 2020, avrà sicuramente un surplus di chi decide adesso di sposarsi nel 2021: questo potrebbe voler dire aumento di domanda, e quindi più spazio per emergere. Ma riuscirà a farlo solo chi si sta preparando ora, al meglio, per questa sfida, perché non c’è più posto per i dilettanti e per le improvvisazioni, ma solo per chi inizia con motivazione, consapevolezza e un’adeguata pianificazione alle spalle.

Per te che sogni di diventare wedding planner può essere davvero un banco di prova: chi è già in attività se la sta vedendo con i tentativi di cambio di data degli sposi, la richiesta di incastrare tutto e di mettersi al servizio degli sposi, con le loro ansie da gestire oltre alle proprie sulla gestione di un’attività in proprio in un momento così difficile.

Se fare la wedding planner è il tuo sogno, quello che tieni e conservi nel cassetto da lungo tempo, questo è il momento di mettere alla prova questo sogno: perché, al netto della bellezza di questo sogno, oggi puoi guardare in faccia anche tu a quello che succede dietro le quinte. Pensi che potresti reggere la tensione di questi giorni? Pensi che potresti essere multitasking, passare con velocità da un progetto a un altro? Al netto delle tue ansie, da gestire in modo autonomo, senti di poter gestire quelle di altri? Certo, questo è un momento estremo, di grande emergenza, e quello che oggi senti di non poter fare lo potrai sicuramente imparare, ma ci sono delle doti innate, oltre a una forte motivazione, che ci spingono a buttare il cuore oltre l’ostacolo, che ci dicono che nonostante tutto questa è la strada giusta.

Non devi avere una risposta preconfezionata, non una risposta uguale e perfetta, ma può essere un viaggio da fare con te stessa: ho un esercizio per te. Prendi un quaderno e scrivi qui cosa ti spinge a fare la wedding planner. Prendi un momento per te, chiudi gli occhi, concentrati, immaginati già nei panni della wedding planner, con il telefono che suona, le coppie da gestire, i sogni da concretizzare uno step alla volta.

E ora dimmi, come ti senti? Qual è la sensazione che provi? Ti piace quello che vedi, che senti sottopelle? Cerca di fermare questo stato emotivo: raccontalo a parole, poi fermati a rileggere e sottolinea o evidenzia le parole chiave, e quindi falle diventare una mappa. Scrivile in grande in un A4, sottolineale, scrivile più in grande o in più piccolo in funzione della loro importanza, aggiungi eventuali parole correlate che ti vengono in mente sugli stati d’animo che hai catturato. Ora guarda quella mappa: quello è il motivo per cui vuoi fare la wedding planner. Al di là dei soldi e della bellezza, il tuo obiettivo è quello che è scritto lì, ed è il modo in cui vuoi sentirti quando farai questo lavoro.

E ora ti chiedo: cosa stai facendo, oggi, per avvicinarti a quel tuo  stato d’animo?

PS: sai che ti iscrivi qui ricevi gratis l’introduzione al mio corso per diventare wedding planner?

The following two tabs change content below.
Avatar
Mi chiamo Elisabetta e sono un'organizzatrice di matrimoni su misura: affianco gli sposi nella costruzione del percorso che li porterà al giorno delle nozze, con originalità e affidabilità. Sono curiosa e sorridente, ho sempre con me un quaderno e tante idee.
© 2020 Un giorno su misura - P.IVA 04859620280 - Credits: Web Design di Studio Madesign e fotografie di Officine BiancospinoPrivacy PolicyCookie Policy