Open/Close Menu
Wedding Planner a Padova, Venezia, Treviso e ovunque

Sulla gestione dei posti a tavola, del tableau e degli imprevisti

Da dove partiamo per fare i tavoli e pensare al tableau de mariage? Decidere chi mettere vicino chi oppure, nel caso di tavoli tondi, chi mettere nel tavolo con chi, è una cosa che possono fare solo gli sposi e che spesso può essere motivo di stress. Ora che non abbiamo ancora i protocolli per i matrimoni 2021 diventa ancora più complicato perché non sappiamo quante persone potranno esserci e che distanza dovranno mantenere, ma confido che presto scioglieremo anche questo nodo.

Detto questo, partirei da una planimetria della location e da un ragionamento con il catering, che va fatto in modo ponderato (e non approssimativo) circa la dimensione dei tavoli, lo spazio per le sedie, lo spazio per il movimento e il passaggio dei camerieri. Direi che queste informazioni, unitamente alle conferme della presenza degli invitati, sono fondamentali per permettervi di lavorare sul tableau.

Tableau de mariage che immagino vorrete creare come un angolo creativo, che sappia rispecchiarvi e sia un vero elemento decorativo e funzionale, perché i due aspetti devono viaggiare paralleli (io vi consiglierei questo). In questo particolare momento di volatilità, poi, vi consiglierei un tableau che possa avere degli elementi più facilmente spostabili. Nonostante questo, dovete comunque essere pronti a un certo grado di flessibilità.

Un invitato contatto di un positivo che lo scopre 24 ore prima, un bambino con una normalissima febbre fa saltare la presenza di 4 posti a sedere (e questo vi assicuro accade anche in condizioni normali), un giovane e ingenuo cugino ha deciso autonomamente di portare la sua fidanzata senza avvisare (e ovviamente lei non era prevista) – pensate che non sia possibile? L’ho visto con i miei occhi, fidatevi.

Ora vi dico cosa faccio in questi casi: nessun dramma e nessun sconvolgimento del tableau mentre i giochi sono già fatti. Prima che voi arriviate in location io ho verificato che i tavoli siano disposti come dalla mappa dei tavoli che abbiamo preparato, associo correttamente i nomi e che il numero delle sedute sia conforme a quanto stabilito. In questo modo, di fronte all’imprevisto, mi è facile confrontarmi con la coppia per capire qual é il tavolo o la porzione di tavolo interessata dagli spostamenti, quindi condividere con il catering quali sono le nuove disposizioni.

Infine, avendo la lista degli ospiti in mano ed essendo presente (io o una mia assistente) per agevolare la lettura del tableau degli ospiti, avremmo riportato nelle nostre liste quali ospiti subiscono delle variazioni rispetto a quanto riportato nel tableau e saremmo in grado di informarli subito e comunicare loro qual è il loro corretto posto a sedere.

In assenza di wedding planner coordinatevi con il catering, che non potrà mettere una persona a presidiare il tableau ma che potrà supportare voi e i vostri ospiti per trovare correttamente il posto a tavola.

The following two tabs change content below.
Avatar
Mi chiamo Elisabetta e sono un'organizzatrice di matrimoni su misura: affianco gli sposi nella costruzione del percorso che li porterà al giorno delle nozze, con originalità e affidabilità. Sono curiosa e sorridente, ho sempre con me un quaderno e tante idee.
© 2020 Un giorno su misura - P.IVA 04859620280 - Credits: Web Design di Studio Madesign e fotografie di Officine BiancospinoPrivacy PolicyCookie Policy